Home | Mappa | Download | Contatti | English Information

News                                                               

 

 

Sito ufficiale Azione Parkinson in Sicilia ONLUS

Azione Parkinson Sicilia

O  N   L  U  S

   
   

Chi siamo         |         Progetti         |         Servizi         |         Funding         |        I nostri Amici         |         Appuntamenti         |        Contatti

 

 

   

Testimonianze di un'esperienza

 

Signor PARKINSON
Anna Caravasso

Palermo, 2008

 


Complimenti,
ci hai pensato,
non ti sei fermato
ed in me ti sei annidato.

Non hai forse capito
che mi hai infastidito?

Perchè hai scelto me,
per gioco, per diletto,
ovvero per affetto?

La tua presentazione
è stata la mia dannazione.

Appena presentato,
ti ho guardato,
ti ho scrutato,
non mi sei piaciuto.

Ed allora,
la tua storia ho cercato.

L’ho trovata, letta,
riletta e anche studiata.

Molti i difetti
che in te ho riscontrato,
devi essere ridimensionato.

Ho capito
che hai voglia di lottare,
tutti vuoi annientare.

Tale voglia ce l’ho anch’io,
fatti sotto amico mio.

Hai provato,
ti sei bloccato,
hai mollato,
hai fallito.

Amico mio,
forse non l’hai capito,
che non ho mosso
nemmeno un dito?

La mia arma ti ha colpito
ed anche infastidito.

Ho un’arma assai potente,
ma non posso farti niente,
purtroppo tu sei più potente.

La mia arma si chiama volontà,
che su di te non vincerà,
ma ti controllerà,
ti disabiliterà,
molestando la tua virilità.

Hai fatto di me la tua amante,
ma non sei un buon pensante,
perchè sto sempre sul chi va là,
per bloccare la tua virilità.

Amici, forse non ci credete,
provate e poi mi direte,
se lottando con forza di volontà,
il signor parkinson si stancherà.


 

 

 

Mostro
Anna Caravasso

Palermo, 2008



Da quando ti ho scoperto
dormire nel mio letto,
i primi dieci son passati,
tu non li hai contati.

Sei stato invedente,
non è valso proprio a niente,
del mio corpo impossessato
quale è stato il risultato.

Non me ne importa niente,
se non più autosufficiente,
la memoria non l’hai toccata,
sono stata fortunata.

Te lo dico con tutto il cuore,
sei un vile disturbatore,
perchè durante la giornata,
oltre cento volte mi hai tormentata.

A lottare mi hai invitata,
la sfida ho accettato,
la mia arma ho sfoderato.
Non ho vinto
Ma ti ho disturbato.

Sei stato il vincente,
mentre io il perdente.

Telo voglio spifferare,
certo non ti farà male,
sei un mostro assai potente,
non c’è arma resistente.

Caro mostro, ora dimmi:
“cosa vuoi della mia vita,
vuoi proprio farla finita?”

tu lo sai ed è evidente,
che in me non c’è più niente,
il mio sangue l’hai succhiato,
il mio corpo dilaniato,
non mi resta che il fiato.

Per potere stare bene,
solo in te posso sperare,
che decida di lasciare,
il mio corpo abbandonare.

Questo corpo straziato
Che per dieci anni hai tormentato.
 

 

BACK »

       
 
     
     
         

 

 

GO TO Azione Parkinson in Sicilia

Copyright © Azione Parkinson in Sicilia ONLUS. Tutti i diritti riservati.
Chi siamo | Progetti | Servizi | Funding | I nostri Amici | Appuntamenti | Contatti
Sede legale: c/o Studio Notarile Sanfilippo Via XX Settembre 29, Palermo - Italia

C.F. 97157690823